Come accorgersi se il miele è adulterato o puro?

Il miele è un alimento prodotto dalle api a partire dal nettare e dalla melata. La melata, con un gusto molto dolce simile allo zucchero, è prodotta da vari omotteri, fitomizi, i cui escrementi zuccherini sono la base alimentare per numerosi insetti. Ma come accorgersi se il miele è adulterato o puro?

Vi propongo una serie di  semplicissimi trucchi che vi possono aiutare a rispondere alla domanda: come è possibile accorgersi se il miele è adulterato o puro?

Come accorgersi se il miele è adulterato o puro?

  • Versare del miele in un cucchiaio e capovolgerlo verso il basso. Se il miele è molto umido cadrà molto velocemente se il miele è maturo o di buona qualità, resterà nel cucchiaio e dopo poco cadrà in modo molto lento.
  • Mettere un cucchiaino di miele in un bicchiere d’acqua. Se il miele si dissolve lentamente, non è miele puro. Il miele puro rimane compatto, come un solido, e immerso in acqua non si discioglie.
  • Prendere un po’ di miele e mescolarlo in un po’ d’acqua. Dopo aver creato questa soluzione, unire quattro o cinque gocce di aceto di mele. Se vi si forma la schiuma, il miele è adulterato con del gesso.
  • Provare a bruciare un po’ di miele. Se il miele prende fuoco e brucia velocemente, è miele puro. Il miele edulcorato o di scarsissima qualità contiene dell’acqua e questa non permette al miele di ardere.
  • Mettere un cucchiaino di miele in un bicchiere d’acqua. Se il miele si dissolve lentamente, non è miele puro. Il miele puro rimane compatto, come un solido, e immerso in acqua non si discioglie.
  • Prendere un pezzo di pane vecchio, duro e immergerlo nel miele. Fatti trascorrere 10 minuti, se il pane continuerà ad essere duro, il miele è puro. Se nel miele invece vi è una percentuale abbastanza alta d’acqua il pane si ammorbidirà e il miele è edulcorato.

Mettendo in pratica questi semplici trucchi, si potrà verificare la qualità del miele che si compra al supermercato.

 

Il miele, più puro e non adulterato, darà il massimo dei benefici e le sue proprietà saranno maggiormente utilizzabili sia a livello alimentare che cosmetico.