Bicarbonato come rimedio per sturare gli scarichi

Le tubature sono intasate? Dagli scarichi si leva un odore nauseante? L’acqua defluisce dal lavandino molto lentamente? Scopri il Bicarbonato come rimedio per sturare gli scarichi.

Periodicamente, per il corretto funzionamento degli scarichi, occorre liberare le tubature da tutta una serie di ostruzioni come capelli, cellule morte, scorie e residui alimentari.

Vi sono in commercio molti prodotti chimici volti a tale funzione, tuttavia, l’utilizzo frequente e costante di tali prodotti può corrodere le tubature, inquinare le acque e può provocare problemi anche alle nostra salute.

Non tutti sanno che nella dispensa, di ogni cucina, vi è un alimento in grado di sturare ogni scarico in pochi minuti senza alcuna spesa onerosa, senza provocare danni alle tubature e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle falde acquifere: il Bicarbonato.

Ecco tre ricette che sfruttano il potere del

Bicarbonato come rimedio per sturare gli scarichi

 

Bicarbonato & acido citrico

L’ acido citrico (reperibile on line o in farmacia) e il bicarbonato sbloccano gli scarichi dagli ingorghi in pochi minuti e senza alcuna fatica:

Dopo aver portato a bollore 1 litro di acqua, versare negli scarichi da sturare mezzo bicchiere di acido citrico e mezzo bicchiere di bicarbonato; dopo aver versato le polveri, versare il litro di acqua calda.

Attendere che il rimedio agisca.

Qualora non si abbia tempo di andare in farmacia, ecco un secondo rimedio ancora più economico e semplice:

Bicarbonato & Sale &limone 

Versare sopra lo scarico otturato della cucina o del bagno: cinque cucchiai di sale grosso e cinque cucchiai di Bicarbonato, versarvi il succo di 2 limoni e mezzo litro di acqua bollente o comunque molto calda.

Attendere pochi minuti che il rimedio agisca.

Ultimo rimedio naturale che vi proponiamo è:

Bicarbonato & aceto

La combinazione di aceto e bicarbonato crea una reazione chimica in grado di favorire lo sblocco degli ingorghi nelle tubature. Versare nello scarico un bicchiere di bicarbonato e  mezzo litro di aceto. A seguire un litro di acqua calda e attendere.

Se il problema non dovesse risolversi subito, riprovate dopo poche ore, magari aiutandovi con mezzi meccanici.