Rimedi naturali per rimuovere la placca batterica

La placca batterica è un aggregato (biofilm) di germi  adesi tra loro e alle superfici dentali;  essa promuove e sostiene le comuni patologie orali: carie, sensibilità gengivale e parodontopatie. La deposizione di sali di calcio e di fosfati la trasforma in tartaro. Esistono, tuttavia, rimedi naturali per rimuovere la placca batterica.

Le principali cause della placca batterica sono:

  1. accumulo di resti di cibo
  2. accumulo di batteri e di germi
  3. inadeguata igiene orale

La placca batterica aderisce ai denti, alle gengive e alla lingua ed, oltre ad essere antiestetica, è dannosa per la salute in quanto crea un ambiente idoneo alla proliferazione di microorganismi che causano gengiviti, carie e altre infezioni gravi.

Anche se inoffensiva e facile da eliminare, con il passare dei giorni può trasformasi in un grande problema per la salute della nostra bocca.

Esistono diversi Rimedi naturali per rimuovere la placca batterica prima che si accumuli e si trasformi in tartaro.

 

 

Collutorio Bicarbonato & sale

Occorrente:

  • 5 gr di bicarbonato di sodio ( 1 cucchiaio)
  • 1,25 g di sale marino ( 1 cucchiaino)
  • 100 ml di acqua tiepida

Il bicarbonato di sodio ed il sale marino hanno un effetto astringente che facilita l’eliminazione dei resti del cibo accumulati tra i denti. Il collutorio creato con il Bicarbonato di sodio & il Sale marino è utilissimo per combattere il tartaro e deve essere applicato ogni giorno dopo i pasti, badando a non ingerirlo.

Dentifricio Sale & Bicarbonato

Occorrente:

  • 10 gr di bicarbonato di sodio ( 2 cucchiai)
  • 2,50 g di sale marino ( 2 cucchiaini)
  • acqua qb

Dopo aver mescolato il tutto aggiungere l’acqua e applicare la pasta su di uno spazzolino e spazzolare delicatamente i denti. Ripetere il trattamento 1 volta a settimana.

Guscio di noci

  • guscio di noci
  • 250 ml di acqua

Dopo aver aggiunto i gusci di noci ad una pentola con l’acqua portate il tutto ad ebollizione. Il decotto ottenuto può essere applicato con lo spazzolino ogni giorno per tre volte (dopo i pasti principali) per 5 minuti; Il decotto di guscio di noci pulisce in profondità i denti e facilita l’eliminazione dei resti di cibo che, pur se impercettibili, rimangono in superficie.

Olio di cocco

L’olio di cocco è un dentifricio naturale e aiuta ad eliminare, in modo efficace, i batteri che si accumulano in bocca. Della pratica dell’oil pulling ne abbiamo parlato in questo articolo.  

Scorza d’arancia

La vitamina C è davvero efficace per sbiancare i denti ed evitare la formazione del tartaro. Dopo aver tagliato una scorzetta di arancia, strofinarla sulla parte interna dei denti per qualche minuto, ogni giorno,  prima di spazzolarli come di consueto.

 

Se la placca non diminuisce con l’applicazione di questi rimedi naturali, è opportuno consultare un dentista.