Aceto per pulire la casa: scopri come utilizzarlo

Va bene utilizzare prodotti bio o con buon Inci per la cura della nostra pelle e dei nostri capelli, ma non dobbiamo dimenticarci che occorre fare attenzione anche a tutto quello che utilizziamo per la pulizia della nostra casa. Ecco come utilizzare l’ aceto per pulire gli ambienti domestici.

Negli ultimi anni sono aumentati i marchi che hanno immesso sul mercato prodotti destinati ad avere un impatto minimo sull’ambiente. Non è, però, necessario  allontanarci troppo dalla nostra dispensa per trovare il giusto alleato per le pulizie di tutti i giorni:

l’aceto di vino bianco può essere un valido aiuto per ogni tipo di pulizia!

lamammadellaceto01

L’ aceto per pulire, disinfettare, sgrassare è ottimo aiuto, anche, contro il calcare.

cenerentola04-460x275

A casa, da diversi mesi ormai, lo utilizziamo come disinfettante al posto del tradizionale detersivo per i pavimenti. Oltre ad avere un minor impatto a livello ambientale (essendo biodegradabile), non ha nulla da invidiare ai comunissimi detersivi. Elimina ogni tipo di sporco, è un ottimo disinfettante (l’acido acetico è infatti in grado di poter distruggere diversi tipi di batteri) e, soprattutto, non lascia alcun tipo di alone (cosa che invece si verificava di norma con i tradizionali detersivi, anche stando attende alle quantità).

Se dovete affrontare uno sporco più ostinato, è sufficiente utilizzare dell’acqua calda.

La profumazione può forse non piacere a tutti, ma è possibile aggiungere qualche goccia dell’olio essenziale che più preferiamo per mitigarne il profumo. Sarà, poi, solo una questione di abitudine. Dosando bene la quantità di aceto (un bicchiere in sette/otto litri d’acqua), il vostro naso non percepirà nessun odore fastidioso.

Può essere utilizzato anche per la pulizia del forno, del frigo e del congelatore. Occorre addizionare l’aceto all’acqua e procedere con la pulizia delle pareti interne dei nostri elettrodomestici. Conviene lasciare la soluzione in posa per almeno 5 minuti e, poi, procedere con il risciacquo e con l’asciugatura.

Può sostituire il nostro anti-calcare. Possiamo mescolare l’acqua distillata all’aceto e riversare il miscuglio all’interno di un normalissimo flacone con spruzzino. Ciò ci permetterà di poterlo utilizzare con maggiore praticità.

Può esserci d’aiuto anche per eliminare le incrostazioni e il calcare, che si formano all’interno dei tubi di scarico. In questo caso, dovremo servirci però anche del bicarbonato (un bicchiere) e del sale. Lasciare in posa per almeno un’ora e poi procedere con il risciacquo con acqua calda. In questo modo eviteremo di dover utilizzare prodotti che siano troppo aggressivi non solo per l’ambiente, ma anche per i nostri scarichi.