Pelle mista: ecco alcuni consigli per riconoscerla

Pelle mista? Scopriamo come trattarla e quali sono gli elementi che posso aiutarla a ritrovare il suo equilibrio.

Non tutte le maschere sono uguali, è necessario utilizzare solo quelle che più si adattano alle esigenze e alle specificità della nostra pelle.Chi ha una pelle mista, ad esempio, sa benissimo che una maschera troppo ricca può portare alla fuoriuscita di brufoli o altri inestetismi, ma, se per un particolare motivo (esposizione prolungata al sole, salsedine, freddo) ci accorgiamo di avere una pelle più secca del normale, potremo anche aggiungere alla nostra normale maschera qualche goccia in più di un olio, un cucchiaio di yogurt o di miele ecc.

Tutte le ricette che trovate in giro sul web devono sempre essere adattate alle esigenze della nostra pelle.

Prima di applicare qualsiasi “intruglio magico” sulla nostra faccia è necessario lavare accuratamente il viso, eliminando così ogni residuo di trucco, e procedere con uno scrub o peeling (clicca qui per scoprire come farne uno in casa), per chi ha la necessità di fare una pulizia più profonda.

Dopo la detersione, possiamo procedere con la maschera. Per poter realizzare una maschera adatta alle proprie esigenze è necessario sapere, innanzitutto, a quale tipologia appartiene la nostra pelle e capire quali sono le sue reali esigenze.

immmmm

 

Ecco, dunque, alcuni miei consigli pratici su come formulare una maschera adatta alla pelle mista 

Gli ingredienti che non devono mai mancare sono:

Acqua o Idrolato

Per chi è alle prime armi e non ha ancora dimestichezza con gli idrolati può andar bene anche la semplice acqua. Per chi vuole ricreare un prodotto più completo potrà, invece, utilizzare l’idrolato che preferisce. Io, per le mie esigenze, ho sempre utilizzato quello alla salvia, alla lavanda, al rosmarino e all’ hamamelis.

Argilla o Polveri di piante o fiori

Esistono svariate argille e polveri da poter addizionare all’acqua per creare il composto viscoso all’interno del quale andar, poi, ad inserire i nostri principi attivi. Io utilizzo, sia singolarmente che mescolando insieme, le seguenti polveri: argilla verde, argilla bianca (o caolino), il rhassoul, multani mitti e neem.

Poche gocce di olio

Non esagerate con le quantità e utilizzate un olio non troppo pesante. Se non siete abituate ad utilizzare quotidianamente degli oli per il corpo o il viso, esistono in commercio anche i formati da 10 ml.

Gel di aloe o gel di silice

Utilizzo questi gel sia per le loro proprietà che per dare una consistenza più gelatinosa alla mia maschera.

Poche gocce di olio essenziale

In assoluto il mio preferito é il tea tree oil. Consiglio però di utilizzare solo una o due gocce se le dosi sono per un’unica applicazione.